coronavirus-disinfection-royalty-free-im

SANIFICAZIONE

AMBIENTALE 

A REGGIO EMILIA

COS'È?

A Reggio Emilia molto spesso si tende ad utilizzare il termine sanificazione ambientale confondendolo con altri interventi quali la pulizia o la disinfezione. In realtà non sono da concepire come dei sinonimi.

Con il termine pulizia si indica l’insieme delle operazioni volte ad eliminare lo sporco visibile come la polvere, le macchie, i corpi estranei e i cattivi odori. A Reggio Emilia la pulizia è un intervento che si ottiene con operazioni di lavaggio approfondito e con l’ausilio di detergenti. Una volta effettuata conferisce l’aumento immediato del valore igienico ed estetico dell'ambiente di lavoro.

Per disinfezione si intende lo step successivo alla pulizia che ha l’obiettivo di ridurre al massimo la carica di microrganismi, anche patogeni. Viene effettuata in un ambiente circoscritto e con l’ausilio di detergenti disinfettanti o altri sistemi di disinfezione ambientale.

Ci sono dei casi in cui però occorre effettuare per normativa, e per l'incolumità degli operatori, un intervento più approfondito sugli ambienti. A Reggio Emilia in alcune circostanze la sanificazione e sterilizzazione si applicano di pari passo per agire in modo massivo su ogni forma vitale vegetativa, spore e virus.

A COSA SERVE?

QUANDO VA FATTA?

Approfondiamo adesso la valenza della sanificazione ambientale a Reggio Emilia, il perché sia importante applicarla con costanza in luoghi come cliniche, uffici, palestre, ospedali, industrie e condomini.

È bene sottolineare che sarebbe meglio effettuare la sanificazione ambientale non solo in modo straordinario, ma concepirla come un'attività ordinaria sia per rispettare le norme vigenti, sia per poter tutelare al meglio la salute del prossimo. A Reggio Emilia gran parte della popolazione trascorre circa l’85% del tempo in luoghi chiusi come uffici, scuole, case e palestre. Non ci accorgiamo però che spesso l’aria che respiriamo negli ambienti è contaminata a causa degli impianti di aerazione che non sono correttamente puliti.

Non vi è quindi un momento corretto per effettuare la sanificazione ambientale: è corretto che essa sia  costante, sia in inverno che in estate. Dobbiamo sapere, ed esigere in quanto lavoratori o fruitori, che in molti ambienti come uffici, impianti del settore alimentare, strutture ricettive e sanitarie e scuole non ci si possa limitare alla pulizia ordinaria ma si deve sempre puntare a rendere i luoghi salubri e privi di rischi di contaminazione.

La sanificazione ambientale è un’operazione mirata ad eliminare a fondo qualsiasi batterio ed agente contaminante che, con le comuni pulizie e detersioni, non è possibile rimuovere. Ha come fine quello di riportare la carica microbica e virale entro degli standard igienici ottimali. A Reggio Emilia nella sanificazione degli ambienti sono effettuate non solo la pulizia e la disinfezione, ma se è il caso anche la disinfestazione e derattizzazione. Le due pratiche sono volte ad eliminare per lo più parassiti e animali infestanti. Rientrano nella sanificazione degli ambienti anche gli interventi atti a ristabilire il microclima adeguato indoor e outdoor (temperatura, ventilazione, grado di umidità relativa, presenza di polveri, etc…)

A COSA SERVE?

QUANDO VA FATTA?

QUALI SONO I VANTAGGI?

Questo intervento per sortire effetti, ed essere a norma di legge, deve essere condotto negli ambienti periodicamente e con costanza. È interessante notare come in un habitat sanificato si riducano i costi aziendali perché diminuiscono i giorni di malattia del personale. A Reggio Emilia godere di un ambiente lavorativo confortevole, con l’aria sanificata, corrisponde ad avere una maggiore qualità della vita.

Vediamo insieme quali sono gli altri vantaggi della sanificazione ambientale:

  • Abbattimento batteri, virus, muffe, funghi;

  • Abbattimento degli inquinanti chimici/biologici;

  • Eliminazione allergeni;

  • Riduzione particelle fini;

  • Eliminazione cattivi odori;

  • Riduzione giorni di malattia sui posti di lavoro (aria sanificata=qualità della vita);

  • Miglioramento produttività del lavoro;

  • Rispetto norme e regolamenti.

ESISTONO DEI DISPOSITIVI AUTOMATIZZATI PER LA SANIFICAZIONE?

LAMPADE UVC

La radiazione UVC è un noto disinfettante per aria, acqua e superfici non porose ed è stata efficacemente utilizzata per decenni per ridurre la diffusione di batteri. Per questo motivo le lampade UVC sono spesso chiamate lampade "germicide". È stato dimostrato che la radiazione UVC distrugge il rivestimento proteico esterno del virus e di conseguenza impedisce a questo di replicarsi, rendendolo così inattivo. La radiazione UVC può anche essere efficace nel neutralizzare, ad esempio, il virus SARS-CoV-2, che è il virus che causa la malattia del Coronavirus 2019 (COVID-19). 

Schermata%25202020-09-21%2520alle%252013
lc105_uv-light_render_edited_edited.png
FB-OG_b9864e5b-e505-45b0-92b1-8632edb555

NEBULIZZATORE

AUTOMATIZZATO 

La nebulizzazione costituisce una delle migliori soluzioni per la sanificazione degli ambienti. Questa genera in modo costante micromolecole (1-3 microns) in grado di penetrare per saturazione anche le zone più difficili e negli interstizi normalmente non raggiungibili con nessun sistema in tempi assolutamente rapidi. Grazie infatti all’utilizzo combinato della diffusione con il sistema nebbia secca e uno speciale prodotto antibatterico autorizzato dal Ministero della Sanità è possibile sanificare qualsiasi ambiente ed automatizzare questa operazione in maniera efficace, in modo tale da permettere l'ordinaria disinfezione degli ambienti senza interrompere il ciclo produttivo